On aprile - 19 - 2019

Buona Pasqua a tutti, felice lunedì di Pasquetta e buon ritorno alle fatiche quotidiane da martedì 23 in avanti.

La scorsa settimana una grande pallavolista ha appeso definitivamente le scarpe al chiodo: Eleonora Lo Bianco, palleggiatrice che  ha segnato la storia del nostro sport, non solo con le vittorie (una su tutte il titolo Mondiale del 2002 a Berlino), ma anche per il record assoluto di maglie Azzurre ufficiali di tutti gli sport di squadra, maschili e femminili, indossate finora, 548, che l’hanno anche fatta entrare di diritto nella Hall of Fame della pallavolo italiana.
Sostituirà presto le ginocchiere con pannolini e ciuccetti, la nuova attività di mamma le riempirà così tanto la vita, che probabilmente la pallavolo oltre a restare un bellissimo ricordo tornerà quando accompagnerà l’erede in palestra, sulle orme di quando toccò a papà Filippo iniziarla all’attività.
A me piace ricordare “Leo” giovincella, timida tredicenne, sulla mia macchina insieme alle sue compagne dell’Omegna, Natalia, Michela e Silvia, mentre, proprio in questi giorni sotto Pasqua ‘93, le portavo dal collegio di Lanzo dove erano alloggiate alla palestra di Ciriè, dove si giocava il “7° Torneo di Pasqua – Memorial Sonia Tibone e Fabrizio Giachetti”. E che vinsero contro la nostra squadra, con il premio di miglior giocatrice, indovinate assegnato a chi?
Ricordo ancora la telefonata di Paolo Cerutti di qualche mese prima, che mi chiedeva se poteva portare la “squadretta che alleno al vostro torneo, perché è un bel gruppo e vorrei far fare loro un’esperienza importante”.
Su quella macchina avevo fatto alle ragazze l’augurio di diventare brave e forti, non sapevo ancora fino a dove “Leo”, Natalia Viganò, Michela Soia e la capitana Silvia Bertoli sarebbero arrivate.
So però quanto fu importante organizzare quel torneo, come gli altri prima e dopo, perché possono rappresentare l’occasione “della vita” per tante ragazzine e ragazzini di iniziare un’esperienza che li porterà chissà dove.
Quindi sotto con i tornei di Pasqua, con un grande grazie a chi organizza queste preziose kermesse e l’augurio a tutti gli atleti di poter trarre il massimo per il proprio futuro agonistico e di persone.

In questi giorni però continua anche ad essere giocata la pallavolo di alto livello, con i Playoff in SuperLega e A2 maschile, A1 e A2 femminile. Due sole le squadre piemontesi ancora coinvolte, che speriamo possano arrivare il più lontano possibile, quelle delle ragazze dell’Igor Gorgonzola Novara e del Barricalla Cus Torino.

Noi, come sempre, seguiremo tutto e tutti.

PVO, il volley vive qui.

>> VAI AL MAGAZINE SFOGLIABILE N.326<<

>> Leggi tutti gli articoli di PVO N.326<

Print Friendly
Categories: pvo, slider

Comments are closed.