On gennaio - 18 - 2019

Ripartiti i Campionati regionali dopo la pausa natalizia, eccoci già subito in prossimità della sosta tra andata e ritorno, che consentirà lo svolgimento dei primi eventi finali stagionali, vale a dire la Coppa Piemonte per formazioni di Serie B femminile e per formazioni regionali, che avremo modo di illustrare la prossima settimana, a ridosso delle varie manifestazioni.

Sempre a proposito di coppe, si sono disputati in settimana invece, i Quarti di Finale in Serie A1 e A2 donne e A2 maschile delle rispettive Coppa Italia.

Al “PalaUbiBanca” di Cuneo non c’è stato il bis del campionato, con le padrone di casa del Bosca San Bernardo che stavolta si sono arrese in tre set all’Igor Gorgonzola Novara, che invece in campionato aveva conosciuto proprio nel capoluogo della Provincia Granda il suo primo stop stagionale in A1.

Vincono tutte le squadre in trasferta (Busto col Casalmaggiore, Scandicci nel derby toscano con Firenze e Conegliano a Monza), quindi domenica 20 a campi invertiti difficile ci sia storia, così si prospettano come semifinali gli scontri Novara-Busto e Scandicci-Conegliano.

In A2, il “PalaManera” è stato scenario delle cavalcate delle due formazioni monregalesi, domenica per le ragazze della Lpm Bam contro il Trentino, mercoledì dei maschi della Synergy Arapi sul Catania, con tanto di ingresso in Semifinale di entrambe, con Omag San Giovanni in Marignano e Bergamo ora ad aspettare le due piemontesi al varco.

Una settimana non proprio allegra in assoluto, che ha visto il mondo della pallavolo torinese stringersi attorno alle famiglie di Ezio Prevot, storico presidente del Susasport e di Tullia Strazzeri, ex giocatrice indoor e di beach non ancora quarantenne, che ci hanno lasciato, a interrogarci sui valori essenziali della vita. E, per chi in questo periodo è stato anche solo sfiorato dall’ipotesi di un passaggio a una condizione diversa, posso assicurare che sono momenti non facilissimi da affrontare. La vita continua e la pallavolo aiuta ad andare avanti, ponendoci sempre nuovi obiettivi e traguardi da provare ad avvicinare, rispettando regole e avversari. Senza piangerci troppo addosso e senza prendersi troppo sul serio. O, perlomeno, provandoci.

PVO, il volley vive qui.

Bruno Bili

>> VAI AL MAGAZINE SFOGLIABILE N.313<<

>> Leggi tutti gli articoli di PVO N.313<<

Print Friendly
Categories: pvo

Comments are closed.