On aprile - 8 - 2018

 

Grande spettacolo nel Lunedì di Pasquetta per il doppio derby in Serie A2 femminile tra le formazioni piemontesi.
Lo sfalsamento dell’orario d’inizio tra le due partite ha stimolato il tentativo di essere presente ad entrambe, ma l’equilibrio della prima gara al “PalaManera” di  Mondovì, iniziata alle 17 e chiusa al 5° set abbondantemente oltre le 19, con evidente coda di interviste a tecnici e protagoniste, ha impedito di essere puntuali alle 20,30 al “PalaRuffini” di Torino, così il bilancio finale di 10 set della giornata è stato “monco” del primo tra le formazioni torinesi.
Al di là di questo però, lo spettacolo visto in entrambe le location è stato stupendo. Un plauso quindi all’iniziativa della Lega di Serie A per l’iniziativa di fare il bis del Boxing Day di Santo Stefano con questo Lunedì di Pasquetta dedicato al volley.
L’impianto torinese ha mostrato tutto il suo appeal per il volley, riportandoci ai fasti anche recenti dei grandi appuntamenti organizzati, con i circa duemila spettatori che hanno riempito tutto il parterre e il primo anello, con ampi spazi del secondo occupati a macchia di leopardo, dimostrando agli organizzatori torinesi della bontà della scelta, che poteva sembrare audace e invece è risultata vincente, tanto da far pensare al bis in occasione dei prossimi abbordabilissimi playoff, a questo punto (mercoledì 18 aprile alle ore 20,30 la data di gara-2 che potrebbe vedere coinvolte le torinesi, in un possibile nuovo derby regionale contro Cuneo o Mondovì).
Non è stato certamente da meno il “PalaManera” nel pomeriggio, con l’unico cruccio di essere improvvisamente troppo piccolo per un avvenimento del genere, con gli oltre mille spettatori assiepati in ogni ordine di posto, e qualche recriminazione per gli ospiti nel non aver avuto il favore della programmazione. Certamente a San Rocco ci sarebbe stato il doppio di presenze, vista la situazione di classifica, ma neppure il ghiotto incentivo dell’incasso record ha convinto la società monregalese ad accettare un eventuale spostamento nel capoluogo. E il risultato alla fine ha premiato la scelta del team rossoblu, con l’ennesima sfida al vertice finita sotto la curva degli Ultras Puma a fare lo spettacolino ritmato (una sorta di “geyser sound” calcistico all’islandese ma con una connotazione tipica locale) tutti insieme.

Domenica 8 aprile si riparte con l’assegnazione dei Titoli Territoriali giovanili, stavolta con le Under 13 femminili in campo.
A Lanzo, la palestra “Pertini” in viale Vittime dei Lager Nazisti ospita alle 15 la sfida per il 3° posto tra Ling8 Pagliano&Scaglia Assicurazioni e Lilliput Settimo A e alle 17 la finalissima Con.All. Balamunt Argento – Poggio InVolley Chieri Cambiano Puntozero.
Per Cuneo/Asti si gioca alla Libellula Arena di via Gabotto 120, con il 3°-4° posto alle 16,15 nella palestra A tra Dedalus Piemonte PlayAsti e Lpm Egea Mondovì Blu, cui farà seguito alle 17,30 nella palestra B la finalissima tra le padrone di casa del Libellula Volley e le favorite de L’Alba Volley.
Per il Ticino-Sesia-Tanaro nel weekend è ancora tempo di quarti di finale, con le gare dell’andata. La finale è in programma domenica 22 aprile alla “Mombarone” di Acqui.
La fase finale regionale, che come noto non porterà alla qualificazione per le finali nazonali, si svolgerà a partire dal 1° maggio, con la conclusione alla final four di domenica 10 giugno.

PVO, il volley vive qui.

Bruno Bili

>> VAI AL MAGAZINE SFOGLIABILE N.280 <<

>> Leggi tutti gli articoli di PVO N.280<<

Print Friendly
Categories: pvo

Comments are closed.